Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Dal 28 ottobre al 12 novembre 2011 nello spazio Esposizioni delll'Urban Center la mostra fotografica di Rhodri Jones sul Servizio Ferroviario Metropolitano.

La mostra fotografica "Scambi ferroviari. L'azzurro del servizio ferroviario nel paesaggio bolognese", organizzata in occasione del convegno "Scambi ferroviari. Il ruolo strategico del servizio ferroviario metropolitano", nasce dall'intenzione di farsi, letteralmente, compagni di viaggio degli utilizzatori quotidiani del trasporto ferroviario.

Rhodri Jones diventa lui stesso viaggiatore e pendolare, osserva da diretto protagonista il viaggio in treno, per carpire esperienze, necessità e suggestioni di chi ogni giorno deve andare/tornare in stazione, aspettare, salire, scendere, prendere un treno, raggiungere la sua destinazione.

L'occhio del fotografo tenta di comprendere come ci si muove nella città metropolitana reale, cercando di cogliere la vita di coloro che vivono nel territorio provinciale e vengono tutti i giorni in città per lavorare, studiare, usufruire di servizi, vivere il tempo libero. L'obiettivo è quello di immedesimarsi nelle esperienze reali che sono alla base della sempre maggiore richiesta di mobilità dei cittadini.

Allora, come avviene in realtà il viaggio in treno nell'area metropolitana bolognese?
Accanto e insieme alle parole degli scrittori che hanno contribuito alla redazione del volume-catalogo che accompagna la mostra, lo potranno spiegare con il proprio specifico e immediato linguaggio le immagini che raccontano le stazioni, i treni, i passeggeri e i macchinisti del Servizio Ferroviario Metropolitano bolognese e il suo paesaggio.

La mostra sarà inaugurata il 28 ottobre alle ore 18.30 e sarà visitabile fino al 12 novembre presso lo spazio Esposizioni dell'Urban Center.

:: Scarica l'invito

Iniziativa a cura di: Provincia di Bologna, Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Ferrovie Emilia-Romagna e Ferrovie dello Stato in collaborazione con Urban Center Bologna.