Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Concluso il concorso internazionale di progettazione per il nuovo complesso integrato nell’ambito della Stazione di Bologna Centrale, Ferrovie dello Stato insieme a Comune e Provincia di Bologna e alla Regione Emilia-Romagna, presentano alla città di Bologna tutti i progetti che hanno partecipato alla fase finale, compreso quello del vincitore, con una grande mostra di plastici, video, simulazioni, documenti originali, accompagnata da momenti di approfondimento con esperti, tecnici e progettisti. INAUGURAZIONE GIOVEDÌ 4 DICEMBRE 2008 ORE 10:30 alla presenza dell'Arch. Arata Isozaki (capogruppo del progetto vincitore).

 LA MOSTRA.Il plastico e i disegni del progetto vincitore di Arata Isozaki, insieme a quelli degli altri candidati al concorso per la nuova stazione di Bologna, saranno esposti dal 4 dicembre 2008 al 10 gennaio 2009 presso la piazza coperta di Salaborsa. Contestualmente, presso Urban Center Bologna, sarà possibile consultare i materiali cartacei relativi ai progetti del concorso e alcuni documenti sulle nuove stazioni Alta velocità in fase di progettazione in tutta Italia (Torino, Napoli, Firenze, ecc. ).

GLI INCONTRI. Per favorire l’informazione e il dibattito pubblico in merito al progetto di trasformazione della Nuova Stazione, Comune e Urban Center di Bologna organizzano, presso l’Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa, i seguenti eventi:

:: martedì 9 dicembre h. 17:30 presentazione del libro “Bologna centrale. Città e ferrovia tra metà Ottocento e oggi” di Dirindin R. (cur.) Pirazzoli E. (cur.).  Con gli autori ne parlano Maristella Casciato, storica dell'architettura contemporanea dell' Università di Bologna, Patrizia Gabellini, docente del Politecnico di Milano e membro della giuria del concorso per la Stazione,  e Carla Giovannini, docente di geografia urbana e Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna. Scheda evento/libro (pdf)


:: 9 gennaio 2009 - h. 15:30Bologna, nuova stazione, città, architettura. L' Incontro ha lo scopo di discutere i progetti per la Nuova Stazione di Bologna dai diversi punti di vista disciplinari. Come la nuova stazione può mutare le relazioni, le funzioni, le percezioni, l’abitare della città? All’incontro saranno presenti alcuni dei  progettisti che hanno partecipato al concorso di Bologna. In collaborazione con la rivista Domus e con il contributo della Fondazione Carisbo.

MATERIALI DI APPROFONDIMENTO:

 

IL CONCORSO in sintesi
Nel settembre del 2005 Comune di Bologna, Provincia di Bologna, Regione Emilia-Romagna e Rete Ferroviaria Italiana spa (gruppo Ferrovie dello Stato) decidono di riavviare un lavoro comune per la realizzazione della nuova stazione ferroviaria a Bologna, nodo urbano di eccezionale importanza per il sistema regionale.
A seguito di accordi stipulati nel 2006 e nel 2007, prende avvio nel luglio del 2007 il concorso internazionale di progettazione per il nuovo complesso integrato nell’ambito della Stazione di Bologna Centrale. L’importo complessivo delle opere in concorso è di 340 milioni di euro. La superficie complessiva da edificare è di oltre 162.000 metri quadri, tra i quali 42.000 per la nuova Stazione.
Alla prima fase del concorso si presentano 52 candidati provenienti dai più prestigiosi studi internazionali, solo 12 di loro saranno ammessi a partecipare alla seconda fase.
La giuria, composta da importanti esponenti del mondo delle istituzioni e dell’architettura internazionale e presieduta da Gae Aulenti, a giugno 2008 nomina vincitore il progetto  FUTURA 787, presentato dal gruppo di progettazione composto da Arata Isozaki Associati S.r.l. Milano, Arata Isozaki & Associates Co, Ltd., Tokyo, Studio associato M+T & partners, Firenze, Arup Italia S.r.l. Milano, Ove Arup & Partners International Limited, Londra. Capogruppo è l’arch. Arata Isozaki.

 interno_stazione.jpg