Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Dal 20 febbraio (e poi dal 20 marzo al 5 giugno) Urban Center ospita il plastico di Opificio Golinelli, il centro per la conoscenza e la cultura della Fondazione Golinelli. Il plastico di 200x200cm è realizzato da diverserighestudio. L'Opificio è uno dei progetti di rigenerazione della città che la nuova mostra permanente di Urban Center racconta.

Opificio Golinelli sta sorgendo in adiacenza all’area industriale di 3 ettari compresa tra via Emilia Ponente, Prati di Caprara e via Paolo Nanni Costa, occupata fino al 2008 dalla Società Fonderie Sabiem. Grazie a un intervento di riqualificazione che ha richiesto un investimento di circa 10 milioni di euro, lo spazio di circa 9.000 mq sarà operativo da ottobre 2015. Ospiterà le principali attività formative, educative e culturali della Fondazione .

Il Centro si articola in padiglioni e strutture indipendenti, connesse da un sistema di passeggiate, giardini e piazze che ricalcano la configurazione dello spazio pubblico cittadino. Il progetto architettonico è a cura di diverserighestudio. Opificio Golinelli, con gli spazi dedicati a bambini, giovani e adulti, sarà il cuore pulsante a cui fanno capo le attività di educazione, formazione, ricerca, divulgazione, promozione delle scienze e delle arti svolte dalla Fondazione Golinelli. Se dal 2000 a oggi le attività della Fondazione hanno coinvolto oltre 850.000 persone, i nuovi spazi saranno in grado di accogliere più di 100.000 visite l’anno.

Giovedì 26 febbraio, alle ore 18 , l'Urban Center ospita un incontro di presentazione dell'Opificio.

 

opificiogolinelli