Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Dal 18 marzo (inaugurazione alle ore 17) al 18 aprile l’Urban Center Bologna ospita "RIPRESI! I beni confiscati alla criminalità organizzata in Emilia Romagna", mostra fotografica promossa da LIBERA Emilia Romagna in collaborazione con il Master universitario in Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati alle mafie “Pio La Torre,” diretto da Stefania Pellegrini.

 

L’Emilia Romagna negli ultimi anni ha visto aumentare in maniera considerevole il numero dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata sul proprio territorio. La mostra ricostruisce il quadro attuale della situazione per quanto riguarda il loro numero, l’ubicazione e il riutilizzo a fini sociali.

Il percorso espositivo, curato da Cristina Berselli e Federica Terenzi,  è illustrato da una dozzina di fotografie di Ivano Adversi e Alessandro Zanini che documentano lo stato di conservazione di alcuni immobili ed alcuni esempi di riutilizzo possibili grazie all’impegno di enti locali, cooperative ed associazioni, sostenuti dal contributo della Regione Emilia Romagna.

La mostra costituisce un’occasione per comprendere il grado e la profondità dell’infiltrazione delle organizzazioni criminali nel nostro territorio, ma anche come le esperienze di riutilizzo siano testimonianza di una volontà virtuosa di riappropriazione di questi beni, che possono diventare una risorsa per la comunità. 

 
"Ripresi" è parte delle iniziative promosse in occasione della XX Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.
 

 

> Scarica la locandina

ripresi