Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Giovedì 2 luglio, alle ore 17.30, inaugura nella Sala Esposizioni di Urban Center "Figure Urbane. Progetti per l'ex caserma Sani a Bologna", mostra degli studi e delle proposte progettuali dell'area a cura di Francesco Gulinello. L’esposizione raccoglie una serie di studi analitici sulla porzione di città all’interno della quale è collocata l’area della Caserma Sani ed una selezione di proposte progettuali per la sua trasformazione. I progetti e le analisi, illustrati attraverso disegni e modelli in scala, individuano nuclei tematici intorno ai quali si propongono riflessioni, confronti ed approfondimenti, con particolare riferimento alle possibili modalità di rigenerazione urbana per questa parte di città. La ex Caserma Sani, tra via Ferrarese e via Stalingrado, è parte del patrimonio delle aree militari dismesse che a seguito del Piano Unitario di Valorizzazione, siglato da vari accordi tra il Comune di Bologna, l’Agenzia del Demanio e il Ministero dell’Economia e delle Finanze, può essere restituito alla città. La ex Caserma Sani potrà ospitare nuove abitazioni (in parte sociali), altri usi complementari alle abitazioni (uffici, commercio di vicinato, esercizi pubblici) aree verdi per l’uso pubblico, una scuola ed altri edifici pubblici, strade, parcheggi e percorsi ciclabili.

I lavori raccolti e proposti al pubblico rappresentano la sintesi e la rielaborazione dell’esperienza didattica maturata nel corso di tre anni all’interno del laboratorio di progettazione IV del Corso di Laurea Magistrale in Architettura dell’Università di Bologna. Il materiale esposto è il frutto di una selezione operata con l’obiettivo di individuare, fra i materiali di lettura, di analisi e le proposte progettuali, le principali direzioni di ricerca indagate, mirando a comporre una sorta di atlante. Si tratta di una raccolta di tavole e modelli che rappresentano i possibili “dispositivi spaziali”, attraverso i quali viene proposta una reinterpretazione dell’area, ordinati secondo alcuni ricorrenti modelli di occupazione del suolo individuabili e riconoscibili nella città contemporanea, nella storia, o più in generale all’interno della cultura architettonica urbana.

Tutte le ipotesi sono accomunate dalla presenza di un edificio di interesse collettivo che, al di là della funzione specifica individuata, strumentale all’esercizio didattico, rappresenta il principale motore nel processo di riqualificazione dell’area. Le diverse interpretazioni tematiche, poste l’una accanto
all’altra restituiscono così un insieme di idee che, presentandosi simultaneamente, dialogano e si confrontano, proponendo ipotesi anche opposte di riuso o sostituzione, con l’obiettivo di sollecitare una riflessione e una discussione, il dibattito e il confronto, più che fornire risposte, coinvolgendo le figure direttamente interessate dal processo di trasformazione urbana.

I materiali esposti sono pubblicati, insieme ad alcuni contributi critici, all’interno del volume Figure Urbane. Progetti per l’ex Caserma Sani a Bologna edito da Quodlibet.

>> Scarica l'invito

Figure Urbane