Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

La prima fase del Concorso internazionale per la progettazione del masterplan dell'ex Caserma Sani di Bologna si è conclusa con la selezione dei cinque gruppi finalisti.

 

Il Concorso "Progetto Sani" ha l'obiettivo di definire le linee guida per lo sviluppo urbano dell'ex Caserma Sani, un’area di particolare interesse per la città di Bologna, collocata tra le vie Stalingrado e Ferrarese, in una zona dove sono in corso numerose trasformazioni (ex Sasib, ex Cevolani, ex Manifattura Tabacchi..).

Il concorso è stato bandito lo scorso 21 dicembre 2016 da CDP Investimenti Sgr d’intesa con il Comune di Bologna, nell’ambito delle previsioni del Piano Operativo Comunale Rigenerazione di Patrimoni Pubblici che nei 10 ettari occupati dalla ex caserma Sani prevede, oltre alla valorizzazione degli edifici di pregio esistenti, nuove abitazioni, uffici, esercizi commerciali, un nuovo parco urbano e una scuola.

Il Concorso ha ricevuto 84 candidature provenienti da 9 diversi Paesi europei. La presenza di giovani professionisti è stata significativa, infatti fra le 84 candidature pervenute 22 hanno partecipato alla sezione Under 39. Da sottolineare anche l’integrazione tra gruppi stranieri e italiani, che ha favorito la formazione di gruppi piuttosto numerosi in cui sono riconoscibili le competenze non solo degli architetti ma anche di urbanisti, paesaggisti, esperti di recupero architettonico, società di ingegneria e di valutazione dei costi.

Ecco l’elenco dei 5 finalisti:

  • Studio Hosoya Schaefer - Marcus Schaefer (Zurigo, Svizzera)
    Rtp: Studio Hosoya Schaefer (Hiromi Hosoya, Marco Jacomella, Daniel Ostrwski, Nils Haveika - Zurigo, Svizzera) - Agence Ter (Henry Bava, Kirsten Schomkers, Carlotta Mazzi - Karlsruhe, Germania) - Ibv Husler (Will Husler, Luca Urbani, Serena Marra - Zurigo, Svizzera)
  • Studio Dogma – Martino Tattara (Bruxelles)
    Rtp: Dogma (Pier Vittorio Aureli - (Bruxelles) - Now (Tuomas Toivonen - Helsinki) - Sweco Belgium (Peter Vankoegaerden) - Plant en houtgoed (Pieter Hollants - Kessel-Lo) - 2pgreco (Cristiano Rangoni- Bologna)
  • Studio XDGA Arch. Xaverius Marie Ernst De Geyter (Bruxelles)
    Rtp: Mate Soc. Coop. (Raffaele Gerometta - Bologna) – Zaa Studio Zamboni (Andrea Zamboni - Reggio Emilia)
  • Obr Tommaso Principi (Milano)
    Rtp: Obr (Paolo Brescia, Tommaso Principi, Adrea Casetto, Chiara Gibertini - Milano) - Giuseppe Marinoni - Soc. Deerns Italia (Giovanni Consonni, Giuseppe Dibari, Fabrizio Foltran - Milano)

Sezione Under 39

  • Arch. Stefano Peluso (Bressanone)
    Rtp: Enrico Dusi - Venezia, Laura Domenichini -Modena

Prende dunque il via la seconda fase del Concorso, in cui saranno valutati i progetti che saranno sviluppati dai finalisti da una Giuria che sarà presieduta dall'architetto Frédéric Bonnet, grand prix de l'urbanisme 2014 e titolare dello studio parigino Obras.

> Scarica il comunicato stampa congiunto di Cassa Deposito e Prestiti e Comune di Bologna (.pdf - 956kb)

> Documentazione e bando di concorso sono reperibili sul sito:
www.progettosani.it

 Sani