Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Mercoledì 15 marzo 2017 nell' Aula Magna dell'Accademia di Belle Arti si svolgerà l'evento di consegna del Premio Roberto Daolio e verrà presentato il volume che testimonia la seconda (2015) e la terza (2016) edizione di Plutôt la Vie... Plutôt la Ville*, il premio istituito dalla famiglia Daolio insieme con il network Little Constellation e con l'Accademia di Belle Arti di Bologna per dare seguito al lavoro portato avanti per lunghi anni da Roberto Daolio fuori e dentro l'Accademia.

Il premio offre agli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Bologna uno stimolo allo sviluppo della ricerca e della pratica artistica contemporanea nel contesto pubblico nel suo più ampio agire sociale, politico, estetico e teorico.

Nel corso dell'incontro Barbara Baroncini, Laura Bisotti, Simona Paladino, Gabriella Presutto, vincitrici del premio Daolio 2015, racconteranno come il progetto premiato, Viva Voce, è stato realizzato alla Croce del Biacco, nella periferia nord-est di Bologna, mentre Mimì Enna parlerà della sua esperienza in Islanda, grazie al premio destinato ad una residenza artistica del network Little Constellation.

Il libro Il libro Plutôt la Vie… Plutôt la Ville. Premio Roberto Daolio per l'arte pubblica, a cura di Maria Rita Bentini, Gino Gianuizzi, Mili Romano, edito da Fausto Lupetti col sostegno dell'Accademia di Belle Arti di Bologna, raccoglie contributi di Renato Barilli, Alessandra Tesi, Roberto Pinto, Mili Romano, insieme ai progetti e alla documentazione dei vincitori della seconda e della terza edizione, così come materiali relativi ai workshop tenuti in questi due anni per alimentare la ricerca sull'arte pubblica in Accademia con nuove coordinate internazionali, grazie a M+M ((Marc Weis e Martin De Mattia), Dörte Meyer, Claudia Losi, Wolfgang Weileder.

INVITO