Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Nella Sala Atelier prosegue, fino a domenica 25 gennaio, "Pier Luigi Nervi. Gli stadi per il calcio", la mostra dedicata a dieci tra progetti e realizzazioni di stadi in tutto il mondo dell'architetto e ingegnere formatosi a Bologna. Inaugurata lo scorso 14 novembre, la mostra ricostruisce il percorso creativo e costruttivo illustrando i progetti di Nervi per stadi in Italia e all’estero

Curata da Micaela AntonucciAnnalisa Trentin  e Tomaso Trombetti, la mostra ricostruisce il percorso creativo e costruttivo dell’ingegnere italiano illustrando i progetti di Nervi per stadi in Italia e all’estero, attraverso l’ampio patrimonio di disegni e materiali d’archivio, accompagnati dalle elaborazioni grafiche tridimensionali e dai modelli costruttivi dei progetti più significativi realizzati appositamente per questa occasione dal La-Mo e dal LaMoViDA (Laboratorio Modelli di Architettura e Laboratorio di Modellazione e Visualizzazione Digitale per l’Architettura dell’Università di Bologna, sede di Cesena).   

Pier Luigi Nervi (1891-1979), progettista, teorico, docente, costruttore e imprenditore, è stato uno dei protagonisti dell’architettura e dell’ingegneria del Novecento. Questo profilo professionale di ingegnere-architetto si è costruito negli anni di studio all’Università di Bologna. 

La ricerca sugli stadi di Pier Luigi Nervi parte da una serie di iniziative e seminari che hanno visto collaborare sin dal 2008 Parma Urban Center e Centro Studi e Archivio della Comunicazione insieme ai nuclei di ricerca degli atenei di Parma, Bologna e Ferrara. Il lavoro ha prodotto due significativi risultati: una sistematica ricerca e schedatura dei disegni sugli stadi conservati presso l’Archivio Nervi al CSAC e l’organizzazione del convegno internazionale “Cantiere Nervi. La costruzione di una identità”, tenutosi nel novembre 2010 presso le Università di Bologna, Ferrara, Parma.

E' nato così il progetto di ricerca "Pier Luigi Nervi. Gli stadi per il calcio", promosso dal Dipartimento di Architettura (DA) e dal Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali (DICAM) della Scuola di Architettura e Ingegneria dell’Università di Bologna,
che ha coinvolto nel corso degli anni una serie di prestigiose istituzioni italiane e internazionali.

Questa di Bologna è la prima di una serie di tappe dell’esposizione itinerante che proseguirà fino a settembre 2015: Cesena (gennaio/febbraio 2015), Ravenna (marzo/aprile 2015), Firenze (maggio/giugno 2015), Roma – MAXXI (luglio/settembre 2015).  

La mostra è accompagnata dalla pubblicazione del volume "Pier Luigi Nervi. Gli stadi per il calcio", a cura di Micaela Antonucci, Annalisa Trentin, Tomaso Trombetti, edito da Bononia University Press (Bologna 2014).

Nell’ambito della mostra, sono in programma una serie di iniziative, seminari e incontri: la prima sarà un workshop organizzato dalla Scuola di Ingegneria e Architettura con la Fondazione CEUR e Camplus Bologna sul tema "La poetica della struttura. Dai progetti di Nervi ai nuovi programmi di modellazione" (Camplus Alma Mater, Bologna 14-15 novembre 2014).

L’iniziativa ha ottenuto il riconoscimento dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica italiana oltre che il patrocinio della Federazione Italiana Giuoco Calcio, del Pier Luigi Nervi Research and Knowledge Management.

> Scarica l'invito

 F005574