Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Urban Center Bologna dal 19 al 31 marzo ospita Creating a context, un workshop transnazionale e multidisciplinare della Newcastle University coordinato da Neon in collaborazione con Nosadella.due. Alcune lezioni sono aperte al pubblico.

Dal 19 al 31 marzo 2012 Bologna ospita la prima edizione di Creating a Context (Erasmus Intensive Programme), un workshop transnazionale e multidisciplinare incentrato sul concetto di site-specific che, ideato dalla Newcastle University, coinvolge studenti e docenti provenienti da diverse istituzioni formative europee quali l'Accademia di Belle Arti e l'Università della Tecnica di Monaco, l'Accademia Rietveld di Amsterdam, il Politecnico di Milano, nella progettazione di opere che interrogano il confine tra arte e architettura.

Il progetto, realizzato con il coordinamento di Neon e la collaborazione di Nosadella.due, coinvolge un gruppo di oltre 40 studenti che lavorerà, nel corso di due settimane, alla creazione di progetti artistici che prenderanno forma a partire dalla riflessione sullo spazio, da un confronto con le sue potenziali “soluzioni” contestuali e contingenti, da un suo attuale ri-pensamento.

Il workshop si compone di un momento teorico che si svolgerà di mattina nella sala Atelier dell'Urban Center. Attraverso lectures e brevi seminari aperti al pubblico, tenuti dagli artisti ed esperti come Wolfgang Weileder, Karl Heinz Einberger, Marianne Theunissen, Gennaro Postiglione, Yvonne Dröge Wendel, Tina Haase, Hermann Pitz, Irene Brown, Armelle Tardiveau, Daniel Mallo, Lorenzo Bini, Rob van der Vygh, Florian Matzner, si avvierà una discussione critica e la conoscenza di casi europei in ambito artistico ed architettonico oltre che di pratiche espositive innovative che verranno introdotte dai vari ospiti.

:: Scarica il programma (italiano)
:: Scarica il programma (inglese)

I pomeriggi invece vedranno uno sviluppo pratico e si svolgeranno in un'area periferica della città, presso gli spazi di Zona Roveri, dove, suddivisi in gruppi, gli studenti sono invitati a collaborare nella ricerca, progettazione e realizzazione di un intervento ad hoc che risponda a criteri di sostenibilità, innovazione e interdisciplinarietà.

Al termine delle due settimane, sabato 31 marzo, a partire dalle ore 17.00 fino alle ore 19.00, gli esiti della ricerca saranno esposti al pubblico in occasione di un open studio presso gli spazi di Zona Roveri, con presentazioni, proiezioni, performance.

Per ulteriori informazioni:
Neon >
Nosadella.due >