Disponibili alcuni aggiornamenti sullo stato di attuazione del comparto Mercato Navile, che si estende per oltre 30 ettari, a nord della stazione ferroviaria, e le cui trasformazioni sono state elaborate con il contributo dei cittadini e delle associazioni del quartiere nell'ambito di un laboratorio di progettazione partecipata conclusosi a giugno del 2007 e raccontato nel volume Il Mercato. Una storia di rigenerazione urbana a Bologna edito da Edisai per Urban Center Bologna.

Il progetto 
Il progetto di riqualificazione ha come primo obiettivo la crescita del quartiere in termini di qualità urbana e di servizi. L'area "rigenerata" prevede infatti, oltre alla realizzazione di alloggi, la creazione di attrezzature di uso pubblico e di vaste aree di verde che andranno ad integrarsi agli edifici residenziali in un sistema continuo di spazi aperti e fruibili, in continuità con il tessuto urbano della Bolognina storica. Completerà il progetto lo sviluppo di attività di tipo ricettivo, commerciale e direzionale.

> Per saperne di più

Pianificazione Urbanistica

Il Piano particolareggiato 2007 Z.I.S. R5.2 Navile “ex Mercato Ortofrutticolo” è lo strumento urbanistico che regolamenta le trasformazioni in atto nel comparto Mercato Navile; è stato approvato dal Consiglio Comunale con OdG 161 del 10 luglio 2006 e in data 12 giugno 2007 è stata stipulata la convenzione urbanistica attuativa.

La Variante normativa al piano particolareggiato Z.I.S. R5.2 Navile “ex Mercato Ortofrutticolo” (approvata il 15 maggio 2017) è relativa ad una modifica normativa del Piano Particolareggiato(PP), riguarda la destinazione del lotto n. 2 (mq. 891,00 di proprietà del Comune di Bologna) che il piano particolareggiato assegnava, come lotto pubblico, alla palestra di Judo e che invece diventerà lotto privato con uso pubblico (parcheggio) in superficie. La palestra di Judo sarà dunque costruita all'interno del centro sociale di quartiere (Lotto 3), accanto alla Pensilina Nervi nell'ambito del progetto di riqualificazione finanziato dal Piano Città.

Lotti in corso di attuazione (2017)
A giugno 2017 lo stato di attuazione dei lotti pubblici e privati che formano il Mercato Navile è quello rappresentato nelle immagini sottostanti

EX MERCATO giu17  

AggiornamentoLottiRealizzati2

Opere di urbanizzazione primaria
Per opere di urbanizzazione primaria si intendono le sistemazioni degli spazi pubblici (marciapiedi, parcheggi, verde, ecc.) e delle infrastrutture (strade, piste cicalbili, reti fognarie, reti elettriche, gas, illuminazione ecc.) che stanno attorno ai lotti edificati e non. Tali opere sono in carico agli attuatori privati e pubblici proprietari dei lotti.
Nel caso del mercato Navile, per la realizzazione delle opere di urbanizzazione gli attuatori si sono riuniti nel “Consorzio Mercato Navile”.

Di seguito si riportano i riferimenti dello stato di attuazione delle opere di urbanizzazione a carico del Consorzio Navile. A giugno 2017 sono stati completati:

  • sottoservizi (reti elettriche, fognarie, ecc.);
  • la viabilità stradale interna al comparto (aiuole e marciapiedi limitrofi comprese);
  • il percorso ciclabile che da via Gagarin (dove si allaccia al percorso ciclabile del lungo navile) si collega a nord con la pista ciclabile di via Fioravanti e a sud, attraversando il comparto, con la pista ciclabile di via dè Carracci;
  • una porzione dell'area verde retrostante il vecchio ingresso del mercato, prima attuazione del grande parco che connetterà le nuove attrezzature (poliambulatorio, uffici del Comune, scuole, piazza coperta e centro civico);
  • il tratto sud della “diagonale verde”, il percorso ciclopedonale alberato che attraverserà tutto il comparto Mercato Navile divenendone il tratto distintivo;
  • la piantumazione del verde, con tutte le specie arboree previste per favorire la biodiversità;
  • illuminazione pubblica a led.

Interramento via Gobetti
Il 3 luglio sarà aperto alle auto il sottopasso stradale di via Gobetti, che va dalla rotonda di via Gagarina alla rotonda Alex Langer di via Fioravanti.

Parcheggio poliambulatorio
A fine agosto 2017 è prevista la conclusione dei lavori del poli ambulatorio “Casa della Salute”. Entro 60 giorni dallo sgombero del cantiere è prevista la realizzazione dell'adiacente parcheggio pubblico da circa 60 posti auto a servizio del Poliambulatorio.

Per poter arrivare alla realizzazione di queste opere, il Comune nel 2015 ha anticipato la quota dovuta al Consorzio, corrispondente alle proprie quote di edificabilità.
Questa operazione, realizzata nei tempi previsti nonostante notevoli problematiche legate alla condizione di operatività delle ditte appaltatrici dei lavori, ha portato alla realizzazione di una quota delle urbanizzazioni oggi corrispondente all'80% circa del totale.

Altre lavorazioni

  • Il Comune sta lavorando, in collaborazione con Illumia (società che ha sede nell'edificio direzionale su via Carracci), ad una soluzione per eliminare entro l'estate 2017 la recinzione di cantiere presente nella fascia di terreno tra il proprio stabile e la via dè Carracci. Questa operazione comporta l'interrammento del cavo elettrico che attualmente alimenta il cantiere della strada Asse Nord-Sud. Una volta liberata l'area di cantiere sarà realizzata, a cura di Illumia, una piazzola per il carico/scarico delle merci.
  • Il Comune ha sollecitato i proprietari dei lotti non attuati perchè procedano allo sfalcio e alla sistemazione delle superfici assicurando una relativa pulizia per tutta l'estate.
  • I cumuli di terra risultanti dalle diverse lavorazioni, saranno spostati una volta individuata una soluzione ottimale a conclusione della procedura di valutazione di impatto ambientale prevista per “attività temporanea di recupero di rifiuti mediante impianto mobile”,avviata dalla Regione Emilia-Romagna (con istruttoria di Arpae-Sac) con avviso pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna (BURERT), in data 31 maggio 2017.

Opere pubbliche

Piano Città: centro civico di quartiere e alloggi di edilizia sociale
Nel 2013 il Comune di Bologna si è aggiudicato, nell’ambito del programma “Piano Città” promosso da Ministero per le infrastrutture e i Trasporti, un co-finanziamento nazionale di 10,25 milioni di euro per realizzare importanti opere pubbliche nell’area del Mercato Navile.
In particolare le risorse del Piano Città, integrate con altre messe a disposizione dal Comune di Bologna e da Acer (Azienda Casa Emilia- Romagna), sono state destinate alla costruzione di nuovi alloggi di edilizia sociale nel lotto G (33 alloggi a canone calmierato) e al recupero della vecchia tettoia dell'ex mercato ortofrutticolo (5.600 mq) da trasformare in una grande piazza coperta e a cui connettere un nuovo centro culturale con sala polivalente e palestra di Judo (850 mq).

Fonte di finanziamento:
Cofinanziamento tra fondi ministeriali (Piano Città - Decreto Sviluppo “Misure urgenti per la crescita del Paese”), risorse del Comune di Bologna e risorse di Acer Bologna.
Risorse: 10,25 milioni € di cui 4.500.000,00 € per il centro culturale e il recupero della pensilina e 5.500.000,00 € per gli alloggi a canone calmierato.
Tempi: Nel 2016 sono partiti i lavori di tutti gli interventi previsti, di cui si prevede il completamento entro tre anni.

Casa della Salute
Un finanziamento della Regione Emilia-Romagna ha promosso la realizzazione della Casa della salute, una importante struttura sanitaria poliambulatoriale . Attualmente la struttura che ospiterà la casa della Salute è in corso di completamento (fine lavori entro agosto 2017), si prevede la sua entrata in funzione entro la fine dell'anno/inzio 2018.

Polo scolastico
La realizzazione del complesso scolastico (due sezioni di scuola primaria e due di scuola dell'infanzia) previsto dal piano attuativo fa parte del progetto di istituzione di un fondo immobiliare destinato alla realizzazione di cinque nuovi complessi scolastici, finanziato in parte dallo Stato (direttiva del Ministero dell'istruzione, marzo 2013).
Il 4 maggio 2017 Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha trasmesso ufficialmente al Comune di Bologna il decreto che stabilisce i criteri e le modalità di erogazione del contributo di 5 milioni di euro destinati alla costituzione del Fondo Immobiliare per realizzare cinque interventi di edilizia scolastica, tra cui gli interventi previsti nell'area del Mercato Navile.
Leggi la notizia 
> Scheda intervento nuove scuole al Navile - lotto 4

Lotti H e N 
I lotti H ed N (22.000 mq )sono di proprietà del Comune di Bologna, l'uso al quale sono destinati è abitativo, prevedendone la utilizzazione come abitazioni in locazione a canone calmierato. L'Amministrazione comunale ha dapprima optato per l'attivazione di un unico intervento di housing sociale (oltre 300 alloggi), per il quale è stato siglato un “Protocollo per la programmazione e attuazione di misure innovative nel campo della promozione dell'edilizia sociale e della valorizzazione urbana” (27 settembre 2012) con la Regione Emilia-Romagna.  Nel 2015-2016 è stata esperita una procedura (raccolta di manifestazioni di interesse e successivo bando con promotore) per individuare un soggetto attuatore; il soggetto individuato ha proposto la costituzione di un fondo immobiliare, per accedere al Fondo Investimenti per l'Abitare gestito da CDPI sgr Cassa Depositi e prestiti. Nella fase di gara (luglio 2016) però il proponente non ha più presentato la propria offerta e la procedura non ha potuto essere conclusa.
Oggi Comune e Regione devono decidere se e come procedere su questa iniziativa che evidentemente non ha incontrato l'interesse degli investitori alle condizioni stabilite.

Mobilità e parcheggi
Oltre all'interramento di via Gobetti, aperto al traffico a partire da 3 luglio 2017, è stata completata la viabilità stradale interna al comparto come urbanizzazione primaria.
Per quanto riguarda i parcheggi pubblici:

- 133 posti auto sono già disponibili nei due parcheggi di via Svampa e via Gobetti;
- 60 posti auto saranno realizzati entro il 2017 a servizio della Casa della Salute.

Asse Nord Sud
La sistemazione definitiva delle opere connesse alla Stazione Alta velocità di Bologna prevede la realizzazione di una nuova arteria stradale interrata denominata “Asse Nord Sud”, che connetterà via de' Carracci a via Bovi Campeggi consentendo dunque di raggiungere la Stazione da due ulteriori accessi.
> Per saperne di più 
Stato: entro giugno 2017 sarà validata la variante al progetto per il completamento del collegamento via Bovi Campeggi,  dè Carracci, kiss and ride - il cui completamento si può ipotizzare entro il 2019

Trasformazioni circostanti
La ricostruzione degli edifici Acer di via Albani, via Fioravanti e via Bolognese, oggetto di un finanziamento statale denominato “Contratti di Quartiere II”, dopo una lunga fase di cantiere, sta per essere completata.
Sono numerosi inoltre i progetti di rilancio economico e culturale, anche in chiave di attrattività turistica, che riguardano l’area circostante: si possono citare ad esempio il nuovo Student Hotel da oltre 600 posti letto che nascerà dal recupero dell’ex edificio Telecom di via Fioravanti (è in corso di rilascio il permesso di costruire in deroga - leggi la notizia), il progetto di riqualificazione dello storico mercato di via Albani, le iniziative di valorizzazione commerciale nell’area di via Serra e dintorni.