È prevista per giugno 2015 la nascita di Opificio Golinelli, il Centro per la conoscenza e la cultura a Bologna. Con spazi dedicati a bambini, giovani e adulti, sarà il cuore pulsante a cui fanno capo le attività di educazione, formazione, ricerca, divulgazione, promozione delle scienze e delle arti svolte dalla Fondazione Golinelli. 

Accanto all’area industriale di circa 3 ettari compresa tra via Emilia Ponente, Prati di Caprara e via Paolo Nanni Costa, occupata fino al 2008 dalla Società Fonderie Sabiem e ora dismessa, l’Opificio Golinelli sta già sorgendo grazie a un intervento di riqualificazione che ha richiesto un investimento di circa 10 milioni di euro

Lo spazio ospiterà la sede del nuovo Centro per la conoscenza e la cultura: circa 9.000 metri quadri complessivi che verranno inaugurati a giugno 2015, operativi a partire da ottobre 2015, e che ospiteranno tutte le principali attività formative, educative e culturali della Fondazione Golinelli.

Il Centro si articola in padiglioni e strutture indipendenti, connesse da un sistema di passeggiate, giardini e piazze che ricalcano la configurazione dello spazio pubblico cittadino. Il progetto architettonico è a cura di diverserighestudio.

L'Opificio è uno dei progetti di rigenerazione della città che la nuova mostra permanente di Urban Center racconta.

Fondata a Bologna nel 1988, la Fondazione Golinelli è negli anni diventata un punto di riferimento per la formazione e per la diffusione della cultura scientifica e adesso ha affidato la riprogettazione del sistema di identità ad Annamaria Testa, esperta di comunicazione e docente all’Università Bocconi.

> Per saperne di più

Fondazione Golinelli

Progetti di rigenerazione > Nuovi centri per la cultura, la tecnologia e la scienza a Santa Viola

cantiere02