Il nuovo grande comparto Bertalia-Lazzaretto, in corso di costruzione nella zona nord-ovest della città, una volta completato, vedrà la realizzazione di 2.000 nuove abitazioni, oltre a nuovi spazi per l'Università, uffici, negozi e spazi pubblici.

Completata da tempo nella zona sud-est (vicino a via Terracini) la prima “insula” residenziale, l'effettiva attuazione del comparto ha subito negli ultimi anni forti ritardi dovuti a cause diverse, tra le quali un disegno urbano che richiede particolari dotazioni a carattere infrastrutturale, la crisi del mercato immobiliare e la rimodulazione della presenza dell'Università nell’area.
Nel 2016 una revisione degli strumenti urbanistici ha fornito una serie di indicazioni normative e progettuali necessarie al completamento di questa importante parte di città, in particolare per creare le migliori pre-condizioni tecniche e normative possibili per incentivare e maggiormente agevolare gli investimenti pubblici e privati al fine di facilitare e accelerare il più possibile la cantierabilità dei lotti.

L'intervento edilizio universitario nel comparto riguarda oggi circa 25.000 mq destinati ad aule, studentati e servizi agli studenti, che andranno ad integrare gli altri insediamenti universitari già presenti in via Terracini.
Il “plesso Bertalia” è uno dei plessi di punta dell’Università di Bologna che una volta completato sarà dotato di due studentati di oltre 400 posti; un edificio dedicato alle attività del Dipartimento di Ingegneria civile, chimica, ambientale e dei Materiali (Dicam) e a parte di quelle del Dipartimento di Architettura (DA); un edificio servizi che comprende aule, laboratori informatici, palestra e sale studio.
L'Università si farà anche carico della realizzazione di strade, parcheggi e verde urbano a beneficio dell'intero comparto, consentendo di connettere le strutture universitarie e via Terracini, in continuità con gli edifici già realizzati e in corso di realizzazione nell'area.

Dal punto di vista della mobilità, il Lazzaretto sarà sede della fermata intermedia del People Mover, la navetta su monorotaia per il collegamento veloce Aeroporto-Stazione attualmente in corso di costruzione. Inoltre, il progetto di potenziamento del sistema tangenziale-autostradale bolognese “Passante di Bologna” prevede di realizzare un nuovo svincolo in località Lazzaretto con relativo collegamento a via Sabena e quindi all'asse sud-ovest che porta a Casalecchio di Reno.

Dati comparto Lazzaretto
> Superficie dell'area: 730.000 m²
> Progetto Piano Particolareggiato (vincitore concorso 2000): Piero Sartogo, Richard Meier
> Superficie utile: 215.000 mq di cui 78% usi abitativi, 13% sedi universitarie, 9% direzionali e commerciali
> 374.000 mq di aree per infrastrutture e attrezzature pubbliche comprendenti:
due grandi parchi di interesse urbano a ovest e a nord est dell'area
110.800 mq di verde di vicinato;
32.200 mq di aree per attrezzature pubbliche (es.scuole, altri usi pubblici)
67.000 mq di parcheggi pubblici
 
Dati Edilizia universitaria
> Superficie complessiva: 25.000 m²
> Superficie edificabile: 13.300 m²
> Numero di studenti: 3.400
> Spazi per gli studenti: 6.200 m²
> Progetto: Arch. Battista Tortorella
> Investimento complessivo: € 45.500.000
    Università di Bologna: €19.000.000
    Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca: €18.500.000
    Regione Emilia-Romagna: €7.000.000