Il Consiglio comunale ha approvato il 25 febbraio 2015 il "Programma per la qualificazione diffusa" (formalmente la variante al Piano operativo comunale – POC per la qualificazione diffusa) che contiene le indicazioni per la realizzazione di 30 interventi di riqualificazione.

I soggetti proponenti di ciascun progetto e il Comune hanno sottoscritto specifici accordi che sanciscono una serie di impegni reciproci per arrivare all'attuazione di quanto proposto e valutato. Gli accordi sottoscritti sono parte integrante del Piano.

Rispetto alla fase iniziale di avvio del programma presentata a marzo del 2012 e al successivo sviluppo dei progetti presentati, sono stati svolti approfondimenti tecnici e normativi che hanno portato a definire più precisamente gli interventi che le trasformazioni porteranno a beneficio della collettività. 

E' stato infatti redatto il "Documento programmatico per la qualità urbana" che per ognuno dei 27 progetti contiene un'ampia descrizione, anche visiva, degli interventi che consentiranno di migliorare lo spazio pubblico nelle singole parti di città coinvolte. Il documento contiene anche l'indicazione di un sistema di monitoraggio della qualità delle trasformazioni proposte sul territorio e un rimando al "Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e al rigenerazione dei beni comunali urbani" recentemente approvato, per proporre un patto di collaborazione cittadini/amministrazione per la cura delle aree verdi riqualificate.

 Obiettivi

Gli obiettivi del POC di qualificazione diffusa sono:

  • incentivare il recupero e la riqualificazione urbanistica finalizzati a un minore consumo del suolo, alla riduzione dell'impermeabilizzazione, al risparmio energetico e alla sicurezza degli edifici esistenti, favorendo la formazione di un ambiente urbano ad elevate prestazioni;
  • promuovere la rigenerazione delle aree con immobili dismessi, in coerenza con gli usi ammessi ed ammissibili previsti dal Rue per gli Ambiti consolidati;
  • indirizzare l'intervento dei privati verso la valorizzazione dello spazio pubblico, l'incremento delle dotazioni territoriali a servizio delle parti di città interessate alla qualificazione, la produzione di edilizia sociale.

Per saperne di più:
:: Scarica la presentazione tecnica aggiornata (febbraio 2015)
:: Scarica i documenti tecnici del piano operativo

DATI

Rispetto agli usi sono previsti complessivamente:

36.500 mq a uso abitativo (corrispondenti a 486 alloggi)
21.500 mq a uso economico-amministrativo;
27.000 mq a uso commerciale;
32.000 mq a uso ricettivo-ristorativo;
2.000 mq ad uso ricreativo;
4.000 mq a usi sociali;
per un totale complessivo di 123.000 mq di superficie utile.

Rispetto ai benefici per la collettività sono previsti:

2500 mq dedicati all’Edilizia residenziale sociale (circa 33 alloggi)
23000 mq di parcheggi/posti auto
14.000 mq verde
19.000 mq altro
9 milioni di euro di monetizzazioni

dotazioni poc