Domenica 10 aprile 2016 è stata inaugurata la nuova piazza Re Enzo riqualificata. Fra le novità più rilevanti, l'utilizzo dei basoli di granito rosa per la pavimentazione e l'incremento del 60% della zona esclusivamente riservata ai pedoni.

Quattro mesi dopo la conclusione dei lavori di ripavimentazione di via Ugo Bassi e via Rizzoli, sono terminati anche i lavori di riqualificazione di piazza Re Enzo.
Si è dunque completato l’intervento complessivo di recupero dell’asse storico della via Emilia.

Il progetto ha avuto l'obiettivo di rendere più omogenea la parte più monumentale del centro cittadino e valorizzare complessivamente l'intero sistema delle piazze centrali bolognesi (costituito, insieme a piazza Re Enzo, da piazza Nettuno e piazza Maggiore).

A tal fine, in termini di materiali, l’intervento ha previsto il riposizionamento integrale dei basoli di granito rosa, utilizzati negli anni ’50 sulla sede stradale, in occasione della realizzazione del sottopasso pedonale. Sono stati inoltre eliminati i materiali incongrui (come i cubetti di porfido che ne alteravano l’unitarietà).

Per quanto riguarda l'assetto stradale, si sono studiate una più efficiente organizzazione delle fermate del trasporto pubblico e una più razionale organizzazione delle corsie carrabili.
Tali azioni hanno permesso di realizzare un nuovo assetto dello spazio della piazza, che ha favorito la pedonalità, sia in termini funzionali (attraverso la riduzione dell’area di sosta taxi), sia in termini dimensionali (con un incremento del 60% dell’area esclusivamente pedonale rispetto alla situazione pre-intervento). 

Inoltre, in termini di relazioni spaziali, il progetto ha previsto:
- il rafforzamento della continuità pedonale dell’asse Bassi-Rizzoli, per mezzo di quello che rappresenta, di fatto, l’ampliamento pedonale a nord di piazza Nettuno;
- la realizzazione di un nuovo passaggio pedonale su via Rizzoli, in corrispondenza del Voltone del Podestà;
- il recupero della continuità pedonale storica, da via Orefici al Nettuno, attraverso lo stesso Voltone del Podestà.

La nuova piazza rappresenterà in futuro anche l’accesso al rinnovato Cinema Modernissimo.


L'intervento è stato promosso dal Comune di Bologna nell'ambito del programma per una nuova pedonalità "Di nuovo in centro" in collaborazione con TPER - Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna. Il progettista è l'arch. Carlo Santacroce.

Per saperne di più
> Scarica la presentazione (4.7 MB, .pdf)

reenzo inaugurata