In occasione della Biennale dello Spazio Pubblico, lo scorso 17 maggio 2013, sono stati proclamati i vincitori della call for ideas Di nuovo in centro, promossa dall'INU Emilia-Romagna, in collaborazione con il Comune di Bologna e Urban Center Bologna.

I portici, piazza Verdi e piazza Aldrovandi, la zona Universitaria, San Vitale, il Ghetto e la Manifattura delle Arti sono sono alcuni dei luoghi del centro della città interessati dalle idee progettuali premiate e segnalate.

La call, nata proprio con l'obiettivo di far emergere soluzioni innovative per migliorare lo spazio pubblico nel centro storico di Bologna in coerenza con il piano per una nuova pedonalità promosso dall’Amministrazione, è rimasta aperta per circa tre mesi (febbraio, marzo e aprile), raccogliendo un totale di 30 idee progettuali.

Fra esse, la Giuria, formata da Mario Piccinini (presidente della Giuria, INU Emilia-Romagna), Francesco Evangelisti (in rappresentanza del Comune di Bologna), Giovanni Ginocchini (in rappresentanza di Urban Center Bologna), Piero Orlandi e Giusy Checola (esperti), ha decretato vincitori:

  • il progetto n. 4 dell'Associazione Centotrecento (capogruppo Stefano Reyes, con Britta Alvermann, Chiara Porretta, Federica Terenzi - categoria B1) per l'interessante accezione di qualità urbana condivisa e l'approccio partecipativo proposto;
  • il progetto n. 29 di Irene Frassoldati (capogruppo), con Martina Siciliano, Roberto Morotti, Filippo Malaguti (categoria B2), per aver affrontato il tema del concorso - la qualità dello spazio pubblico - dal punto di vista della relazione tra individuo e collettività, dei tempi e degli spazi e per aver proposto un'azione immateriale per valorizzare i caratteri aggregativi della città;
  • il progetto n. 14 di Roberto Maci (capogruppo), con Maurizio Corrado, Andrea Facchi, Riccardo Rigolli, Martina Tiradossi, Nicola Zonca (categoria A3) per la riflessione sull'evoluzione del servizio igienico, con particolare interesse per l'affidamento alla sicurezza intesa come responsabilità collettiva.

Sono stati inoltre segnalati i progetti di Riccardo Pedrazzoli (n. 12 categoria A1); Roberto Maci con Francesco Bettelli, Paolo Bruttini, Nicola Ceccanti, Maurizio Corrado, Andrea Facchi, Carlo Pastore, Riccardo Rigolli, Giulia Sarmenghi (n. 13 categoria A1), dell'Associazione Kilowatt con Petricorstudio e Associazione Snark – Space Making (n. 5 categoria B1); di Alberto Chiusoli con Eugenio Bettucchi, Francesco De Fabritiis, Gianmarco Daniele (n. 15 categoria B1) e di Giovanni Franceschelli con Gianluca Zollino, Filippo Giacomini, Maurizio Tarantino (n. 11 categoria A2).

I vincitori sono stati proclamati venerdì 17 maggio nell'ambito dell'incontro “Fruizione e cura degli spazi pubblici nei centro storici”, a cura di Chiara Pignaris e Giovanni Ginocchini, che si è tenutp dalle 14.00 alle 18.00 presso la Facoltà di Architettura Roma Tre.

Segnaliamo inoltre che, nell'ambito della Biennale dello Spazio Pubblico, è stato attribuito il Premio del “Concorso nazionale per la progettazione e gestione degli Spazi aperti” a un progetto bolognese, quello del Giardino del Guasto.
Il premio è stato consegnato all'Associazione dal Presidente della Biennale venerdì 16 maggio 2013.

I progetti vincitori (nell'odine n. 4, 14, 29)
{piclens}

  

I progetti segnalati (nell'ordine n. 5, 11, 12, 13, 15)