Il 7 maggio 2013, presso in Centro Interculturale Zonarelli in via Sacco 14, si è tenuto l’incontro pubblico di restituzione dei contenuti e delle proposte emersi dal percorso partecipato BoXTutti.

Il Ce.Sco.Com., coordinatore e facilitatore del percorso di progettazione partecipata, ha redatto un documento finale di sintesi approvato il 23 maggio 2013 dal Consiglio del Quartiere San Donato.

Il 25 giugno 2013, il Consiglio del Quartiere San Vitale ha deliberato l’accoglimento delle proposte e delle raccomandazioni emerse dal Laboratorio territoriale partecipato curato dall’Associazione Centotrecento.

Il Consiglio del Quartiere Navile, in data 2 maggio 2013, ha approvato il documento conclusivo del percorso di progettazione partecipata curato dall’Associazione Oltre e riguardante la “Proposta di gestione e sviluppo del Parco di Villa Angeletti”.
L'8 agosto 2013, la Regione Emilia.Romagna, a seguito della Relazione finale presentata, ha validato i documenti relativi alle aree di intervento "Quartiere San Donato", "Quartiere San Vitale" e "Quartiere Navile". 
La necessità di garantire continuità al progetto è stato sottolineata dai tre Quartieri partecipanti a BoXTutti. Il tema è stato, però, declinato diversamente a seconda del contesto di riferimento: per coordinare nel tempo gli usi e la gestione degli spazi, i Consigli dei Quartieri San Donato e Navile hanno condiviso la necessità di istituire “Tavoli permanenti di progettazione” e di redigere un documento contenente le regole d’uso degli spazi urbani oggetto di intervento. Per il Quartiere San Vitale la soluzione individuata si è basata sulla possibiltà di decentrare alcuni elementi delle piazzette principali e di rendere permanenti, o almeno di durata pluriennale, le piazzette dislocate in via Centrotrecento e in via del Borgo di San Pietro. Inoltre, è stata prevista la stesura di un Regolamento per l’utilizzo dello spazio pubblico.

Per l’implementazione delle iniziative e dei progetti si ritiene necessario il coinvolgimento dei Settori comunali centrali e degli Assessorati competenti.

Il Quartiere San Donato ha ritenuto che alcune proposte siano direttamente accoglibili e realizzabili mentre altre richiedano la collaborazione dei Settori centrali comunali e di Acer (es. progetto di mediazione sociale, attività di sostegno ai migranti).
Per favorire le linee di indirizzo scaturite dal Laboratorio, il Consiglio del Quartiere San Vitale dispone la collaborazione con i Settori competenti comunali.
Il Consiglio del Quartiere Navile ha, invece, richiesto la collaborazione degli Assessorati e degli Uffici comunali competenti nell’approfondimento delle “Ipotesi Piano di lavoro”.